Il buongiorno del 15 ottobre

IMG_5425.JPG
Multitasking! Parola di prerogativa femminile di cui sempre sono andata fiera. Perché ho sempre pensato, a ragione e con conferme della realtà, che a differenza di noi donne, maschi in grado di fare due cose insieme non ne esistano. Ultimamente ho raggiunto record sempre più sfidanti di numero di cose gestite in parallelo. E con fattori di difficoltà aggiuntivi come il non rifiutare di ascoltare qualcuno che ponga ulteriori questioni mentre sto già impicciata con altre tre. Se in ufficio, un paio di lavoro e una personale che non può aspettare. Come i quesiti giornalieri di mio figlio all’uscita da scuola, con richieste impreviste e ovviamente non in linea con quanto già pianificato per la mia tranquillità. Se arrivo a dire a cose o a persone ‘Aspetta, ho da fare…’ vuol dire che ho esaurito la memoria. Non c’entra più nulla. Ho inserito la modalità FIFO (first in first out). La lista d’attesa. Ma in base a quanto detto entrate e uscite sono multiple. Cosa che non ho bisogno di spiegare a femmina alcuna mentre per i maschi no (eccezioni a parte che a me non è dato di conoscere) non esiste: entrate e uscite (ed è già da gridare al miracolo se non succede con richiesta di hola!) rigorosamente singole. Solo singole. A pensarci bene c’è un parallelo dove brillano… Ma magari gli dedichiamo un altro post!😜
Comunque la riflessione di questa mattina è la seguente: ma anche se predisposte perché mai continuiamo a fare mille cose insieme? E anche orgogliose? ‘Mentre tu ti lavi i denti, io ho caricato una lavatrice, ho fatto il letto e ho anche scritto un sms di buon compleanno a tua sorella!. Dite che c’è da andarne fiere? I suoi denti saranno meravigliosamente bianchi e noi usciremo da casa già stanche. Un successone. E questo vale a casa, al lavoro, al mare e in montagna. Impariamo dagli uomini. E’ un opportunità. Non c’è nessuna medaglia in palio. E numeri da circo diventano la normalità e neanche apprezzata. Ma neanche a volte così necessaria. Almeno in relazione al costo fisico e intellettivo che comporta.
Facciamo che oggi sia la giornata del monotasking: per un giorno una cosa per volta, e come si dice a Roma, e per piacere. Il mondo andrà avanti uguale. Ne sono certa. E noi arriveremo a stasera meno distrutte. Rivediamo i motivi d’orgoglio. Vale la pena.
Buongiorno senza pensieri accessori!

Il disegno è un regalo mattiniero di Roberto Luciano. Grazie Roby!

5 pensieri riguardo “Il buongiorno del 15 ottobre

  1. too too late 😦 sorry, sorry anche per aver letto così tardi un “buongiorno”
    ma -come per gli auguri- io sono del parere che le buone suggestioni non scadano.
    Me la prendo per domani 🙂 🙂

    Mi piace

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...