Il buon pomeriggio del 6 novembre

IMG_5577.JPG
Ieri sera teatro a vedere Presta e Paiella. Serata davvero molto divertente. Torno a casa col sorriso che è tardi. Durante la notte sogno di provare strane sensazioni. Sul viso e nella gola. Mi sveglio, vado in bagno, mi specchio e dall’altra parte vedo un mostro. La parte delle mia bocca sinistra è gonfia come un canotto, così come la guancia fin sotto l’occhio. Non riesco a deglutire e le labbra continuano a gonfiarsi. Mi spavento. Non perché di solito dallo specchio mi sorrida Venere ma perché quella là non posso proprio essere io. E la respirazione affannosa incrementa lo stress. È sicuramente un attacco allergico e non bisogna perdere tempo. Chiamo la guardia medica che mi dice di prendere una dose abbondante di bentelan e poi di andare al pronto soccorso. Sono sola, Marco è dal padre e la mia macchina è in garage. Vorrei chiamare qualcuno ma alle 5 rischio di far prendere a chiunque un infarto. Decido per mio fratello che so, si alza presto. Mi dice che arriva ma dopo mezz’ora non è ancora arrivato. Decido per l’ospedale più vicino a casa e mi incammino a piedi. Oggi c’è pure allerta meteo ma fortunatamente non piove. Ogni passo mi pesa come se stessi facendo arrampicata libera. Che non l’ho mai fatta e ora ho capito perché. Arrivo, mi visitano subito e mi chiedono se sono sempre così… Li guardo offesa e mi rispondono che loro mica mi conoscevano prima. Punto per loro. Incasso. Mi guardano la gola. Lo sguardo del medico è preoccupato. L’infermiere torna con due belle siringhe: altro cortisone e dose aggiuntiva di antistaminico. Poi il medico mi dice che devono tenermi in osservazione e di aspettare. Intanto è arrivato mio fratello che appena mi vede ride è mi dice che sono più bella del solito. Restiamo fuori. Ci siamo solo noi in sala d’aspetto e lui mi dice ‘Ma come mai qui non c’è nessuno? Negli altri pronto soccorso c’è sempre la guerra… Ma dici che è buono?’. Esce un’infermiera e prima che io possa chiederle se può dire al medico se mi controlla in modo che possa andare, mi chiede ‘Ha visto il portantino? Sa c’è stato un codice rosso e c’è bisogno di pulire la sala dove i medici visitano’. E al mio no se ne va lasciandomi con la faccia appesa. Mio fratello mi guarda e mi dice ‘Ma ci lavora lei qua, o te? Solo a te ti si rivoltano sempre le situazioni!’ . Dopo qualche minuto il medico mi chiama e mi dice che gli effetti dell’attacco stanno rientrando. È tranquillizzante e cortese. Ride del pericolo scampato e mi dice di tenere sempre con me del cortisone ma che io vada oggi stesso dal mio dottore di famiglia che saprà decidere per il meglio. Andiamo via. Ha cominciato a piovere. Oggi a Roma è previsto diluvio universale. Fino a quel momento aveva fatto solo due gocce ma arriviamo alla macchina con le scarpe bagnate. Le foglie non consentono all’acqua di defluire negli scoli. Mi accompagna a casa e se ne va. Mi addormento. Salta il buongiorno, la giornata di lavoro e altro eventuale. Ho avuto paura, non poca, ma ho capito che con quello scemo di mio fratello anche un episodio così può diventare cabaret. E che chiamandolo, non era affatto scontato, arriva. Per carità, la devastante pioggia annunciata, con conseguente chiusura precauzionale delle scuole, la dice lunga sugli effetti del suo gesto ma la verità vera è che non mi ha lasciata sola. E che io l’ho molto apprezzato.

Roberto mi ha mandato un messaggio mentre ero in ospedale e non ha potuto anche lui evitare simpaticamente di infierire.

Buon pomeriggio cortisonico!

25 pensieri riguardo “Il buon pomeriggio del 6 novembre

  1. cara amica mia che avventura !!!!mannaggia mannaggia, però per fortuna tutto si è risolto, che spavento mi hai fatto prendere;)
    ti scriverò in serata per sapere come stai e come è trascorsa la giornata..
    un grande abbraccio , e il disegno di Roberto è delizioso come sempre..
    baci
    Barbara

    Liked by 1 persona

    1. Si grazie cara Affy! Brutta avventura ma sembra passata! Comunque il fatto di essere diventata allergica in età adulta è inquietante… Come se il corpo dopo anni a respirare schifezze avesse deciso di ribellarsi. Ed il bello è che ha coinciso con il mio smettere di fumare, ormai più di 4 anni fa!!! Va a capire… Baci e grazie dell’abbraccio che ricambio!😍

      Mi piace

  2. hai visto ? me lo sentivo che c’era qualcosa che non andava!! …..non è da te lasciarci senza buongiorno…..adesso che lo sai fai attenzione e porta sempre con te l’occorrente per qualsiasi evenienza….
    Oggi come dice Maru “giornata de ….sti cazzi….” domani starai meglio …un bacione

    Liked by 1 persona

    1. Adesso sto molto meglio. La bomba d’acqua c’è stata pare ma non ne so valutare da casa l’entità. La giornata è stata difficile anche su altri fronti. Ma fortunatamente sta per finire… Grazie cara della soludarietà! Buona serata a te!

      Mi piace

  3. Ho letto da poco il tuo post ed i commenti…immagino il grande spavento. Anni fa accompagnai una collega al pronto soccorso, colta da improvviso attacco allergico, dopo aver mangiato della frutta. Ricordo ancora la corsa in auto, i semafori interminabili e la tensione a mille.
    Spero tu stia meglio adesso e che sia tutto passato! Buona serata Maru …un abbraccio.

    Liked by 1 persona

    1. Marco ho pensato sul serio che sarei potuta morire da sola. In un modo imprevisto e stupido senza avere il tempo di chiamare nessuno. Ho pensato a mio figlio, ai miei progetti. È strano come tutto possa accadere in un istante. Di bello e di brutto. È passata ma stasera finalmente sono riuscita a buttare fuori due lacrime che mi sentivo in colpa a fare uscire per i tanti a cui sono successe cose ben più gravi. E senza uscita. Grazie. Buona notte!

      La risposta era partita non terminata e ho ricominciato… Che è un po’ la stessa cosa che ho raccontato.

      Liked by 1 persona

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...