Il buongiorno del 25 novembre

cinderellaCi sono giornate in cui si accumulano episodi che riuscirebbero a far stare male anche solo se accadessero uno per volta e diluiti nel tempo. E che tutti insieme provocano un dolore così profondo da non riuscire più neanche a sentirlo. Come le ustioni più gravi che distruggono le terminazioni nervose. Perché di fronte alla mancanza di attenzione, di rispetto, di considerazione; di fronte all’essere una questione secondaria da sacrificare rispetto a più alti personali obiettivi; di fronte all’indifferenza nei confronti degli altrui sentimenti; di fronte alla mistificazione messa in atto per salvare inutili reputazioni; di fronte all’ingratitudine; di fronte per dirlo in una parola alla cattiveria – che se non è volontaria è anche peggio perché vuol dire fare del male a qualcuno senza un obiettivo ma per ignavia – anche una come me, che non la regala mai, va al tappeto e ci resta tramortita. E non gli va più di alzarsi. E sente addosso non una frustrazione ma la più grande delle incazzature. Quella di essere costretta ad interpretare senza soluzione di continuità il ruolo di Cenerentola. Ma non nella fase della catarsi. Sempre e solo nella fase pavimenti da lavare che prima o poi il ballo arriva. Quella che fa pena perché insiste e non se ne fa una ragione. Quella che è una povera illusa. Quella che pensa che prima o poi le cose cambieranno. Quella ridicola che si rialza ogni volta come uno di quei giochini a molla di quando eravamo piccoli.
Sono forte, lo so e me lo dicono in tanti. Mi alzerò anche questa volta come sempre. Ma ogni volta mi fa sempre più fatica. E lo ammetto, il sogno di farcela comincia a lasciare il posto a quello in cui qualcuno mi dica, ‘non ti preoccupare, d’ora in poi a te ci penso io . Con un gran finale, comprensivo di colonna sonora, alla ‘Ufficiale e gentiluomo’.
Non so se quest’ultima idea di romanticismo alla Baglioni sia più facilmente realizzabile di quella dello sturm und drang. A occhio e croce direi di no. Ma devo ammettere che in queste notti mi tiene compagnia più della seconda.

Buongiorno alle Cenerentole (e ai Cenerentoli) soprattutto a quelle/i ribelli. Buongiorno alle matrigne e alle sorellastre che tanto si sa che fine fanno. Ai Re e alle Regine. Buongiorno ai ciambellani e ai cavalli bianchi che a mezzanotte tornano sorci. Buongiorno a noi che nessuno ci ha detto che i sogni appartengono alla fantasia più delle favole e che non ci arrendiamo a vederli realizzati. Tutti. Che è l’unico modo per portarne a casa qualcuno.

 

Regalino di Roberto Luciano per farmi sorridere (e come al solito c’è riuscito!)

Annunci

18 pensieri riguardo “Il buongiorno del 25 novembre

  1. I nostri genitori ci hanno fatto credere a queste bellissime favole ……ma poi abbiamo scoperto che il principe azzurro non esiste….però ci hanno insegnato anche a “non mollare mai ” in ogni caso vi auguro una giornata “favolosa”…..

    Liked by 1 persona

  2. “I sogni son desideri” cantava una vecchia canzone in un film Disney, e non c’è nulla di più bello che realizzare i desideri. Su, Cenerentola, alzati, spara due sberle a chi ti rompe le scatole e comincia una giornata con il sorriso sulle labbra: la vita, comunque, è bellissima!

    Liked by 1 persona

    1. Mai avuto il dubbio sul fatto che la vita sia bellissima. Trovo solo che a volte sia complicata più del dovuto e senza motivo. Se un motivo ci fosse riterrei l’energia spesa un investimento e non un costo a fondo perduto. Odio gli sprechi. Buona giornata e grazie! 😘

      Mi piace

  3. Leggendoti è stato come sentire colpi alla mia destra. Spostamento d’aria nella tranquillità della musica.
    Leggendoti, è stato percepire il colore rosso, il nero, onde mosse tra cielo e terra.
    Mi hai ricordato Munch.
    E mi chiedo se il sogno è il nostro oppure di qualcun altro.
    Se a voler stare in piedi lo decide il beota che ci fa sbandare, che ci convince che, sai Maru, meglio di no. Meglio sul pavimento che sulle tue gambe.
    Ossitocina e dopamina sono un’arma a doppio taglio ma tu, usale.
    Perché la vita è troppo interessante per lasciar decidere la nostra felicità ad altri. Perché tu sei intetessante, lo è il tuo modo di pensare, di riflettere, di dire.
    Ed allora, metti la scopa e la spugna e le scarpe di cartone tra le mani di chi ha deciso di essere cieco nei tuoi confronti, e comunicagli che tu, mio caro, esci.
    Che, il sogno è tuo e non è in giro da raccattare fortunosamente con il retino.
    The magician – (Darius remix) sunlight feat. Years & amp.

    Liked by 1 persona

    1. Caro Vagone, hai colto perfettamente. Mi sento esattamente come la maschera dell’Urlo di Munch. Ho letto le tue righe e sono stata travolta da uno tzunami di stimoli, suggestioni, pensieri. Ci dovró riflettere. Non riesco ad elaborarli su due piedi. Mi prendo del tempo. Grazie, intanto, per avermi regalato il tuo e aver raccolto il mio grido. Oggi ha un valore maggiore del solito. Un abbraccio

      Mi piace

  4. Buongiorno alla tua tenacia Maru, che non hai smarrito, perché fa parte del tuo DNA.
    Buongiorno ai tuoi sogni da realizzare. E’ mancata la luce per qualche ora, ma i lavori adesso riprendono e sarai pronta a rimboccarti le maniche, consapevole delle tue certezze.
    Buongiorno Cenerentola ribelle.
    Un bacio.

    Liked by 1 persona

      1. Non credo si possa definire talento, magari una più comune predisposizione all’ascolto, o piuttosto in questo caso al ‘leggere tra le righe’. E non credo che tu sia facile da capire, perché non ti conosco e perché sei una persona con una forte e strutturata personalità. Non fraintendermi, sono aspetti molto positivi!!!
        E’ che tu scrivi talmente bene che riesci a dare forma alle parole, generando una naturale sintonia ed empatia. E non credo di essere l’unico a percepire queste sensazioni. Se non sbaglio qualcuno le ha definite ‘affinità elettive’ . 🙂

        Buonanotte …sogni d’oro! xx

        Liked by 1 persona

  5. A parte i sogni, vale sempre: siedi sulla sponda del fiume, perché prima o poi passerà il cadavere di chi ti ha fatto del male ( e’ come dire che i ciambellani e i cavalli sempre sorci ritornano) …..

    Liked by 1 persona

  6. tutto il mondo è teatro, non lo dimenticare, e amica mia cara, perdonami ma tu non sei e sarai mai Cenerentola per come la vedo io, tu sei la bella Porzia del Mercante di Venezia che mette nel sacco avvocati e spasimanti fasulli, sei la Mirandolina di Goldoni,bella intelligente e libera nel profondo,sei la Donna del mare di Ibsen , poetica e coraggiosa, insomma tu sei preziosa, e la tua anima vibra di luce pura…
    e io sono qui per ricordartelo , e non smetterò di scrivertelo…
    ah dimenticavo sei anche la forte e Nora di Casa di bambola , sempre di Ibsen;)
    può bastare?
    posso andare avanti quanto vuoi, ho all’incirca un’ora buona di autonomia:)
    ti abbraccio fortissimo , ma fortissimo davvero
    baci
    Barbara

    Liked by 1 persona

    1. Ma quanto ho amato questo commento?!? Non credo di meritare il paragone con le donne meravigliose, divertenti, bellissime e intense che hai citato ma crederci per un po’ mi è piaciuto moltissimo. Usi le parole in un modo che incanta, consola, dona allegria e amore. Gran regalo averti conosciuta. Grazie. Grazie davvero… 😘😘😘

      Liked by 1 persona

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...