Le pastarelle della domenica

 

Quando ero piccola non c’era domenica che non venisse allietata da un bel vassoio di pastarelle. Me ne sono ricordata quando oggi pomeriggio mi è arrivata la mail di Roberto con questo disegno in cui mi diceva che la stessa cosa succedeva a casa sua. 

La pastarella è stata, poi, per anni oggetto privilegiato di allegre discussioni tra mio padre e il mio ex marito che si divertiva a sfrugugliare il primo che si lamentava, ad ogni apertura di incarto, della dimensione che a suo parere  si riduceva costantemente  in modo inversamente proporzionale al prezzo. 

Una gag domenicale divenuta tradizione il cui culmine fu toccato una Pasqua quando il mio ex fece riempire un uovo di cioccolata, dalla pasticceria sotto casa, con 4/5 mega bignè che regaló poi al mio incontentabile genitore a cui non sembró vero. E che forse per questo, nonostante la fine del nostro matrimonio, non ha mai smesso di volergli bene.

È un po’ di tempo che non faccio un pranzo domenicale in famiglia. Mi è venuta voglia. Mamma prepara la lasagna….

21 pensieri riguardo “Le pastarelle della domenica

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...