Sull’aereo 

  Ho preso la prima volta l’aereo che avevo vent’anni. Tardi ma da allora mi è capitato abbastanza spesso di volare. Per vacanza e per lavoro. Fino a trentacinque anni non ho avuto problemi, poi sul primo volo di sette previsti durante un viaggio in Thailandia, un vuoto d’aria importante e subito dopo un altro simile se non peggiore, mi hanno tolto – per anni – la voglia stessa di viaggiare in posti non raggiungibili con altro mezzo di locomozione. Mi hanno tolto la voglia ma mi sono sempre forzata. Non ho mai rinunciato anche se con l’effetto di massacrare, con pizzichi o strette mortali, braccia e mani offertimi come conforto da amici e colleghi ma anche estranei mossi a compassione. Salivo e cominciavo a mettermi in allerta. Avevo imparato addirittura, nei voli più frequenti, a riconoscere i tempi di ogni manovra, ogni rumore. Evitavo con cura di ascoltare le norme di sicurezza e di guardare le tavole sul cosa fare in caso di emergenza per abbassare il livello di panico. E ogni volta che salivo provavo ad individuare il pilota in cabina per verificare se avesse una faccia affidabile. Se era anziano mi sentivo più sollevata. Insomma ogni volo era una sit com o un film dell’orrore a seconda del meteo. Poi qualche anno fa, la paura improvvisamente è sparita. Ora quando volo sono sempre vigile ma non è più un incubo. E se sono vicino al finestrino resto ipnotizzata dalle nuvole. Dalle loro forme, dalla loro candida morbidezza.  E mi piace, quando si scende, riconoscere i luoghi dall’alto. Impensabile fino a poco tempo fa. E’ la prova che non si deve mai mollare. Che vale la pena di insistere, di combattere ma anche di combattersi. Che a volte le sfide si vincono. Che le cose possono cambiare ma anche e soprattutto che noi possiamo cambiare. A qualsiasi età. E che chi afferma il contrario o non vuole farlo o è semplicemente pigro.  

Il disegno è la reazione di Roberto al mio post. Sono molto fortunata ad avere un amico così nella mia vita. Lo so. 

11 pensieri riguardo “Sull’aereo 

  1. disegno delizioso !
    Bravissimo Roberto,
    e tu che con i tuoi post offri sempre momenti di luminosa riflessioni sulla nostra condizione di viaggiatori nel mondo, di passaggio su questa terra , destinati a quel cielo che in volo è sempre più azzurro 🙂
    Un bacio grande amica cara,
    Barbara

    Liked by 1 persona

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...