Sopravvissuti pure quest’anno

  Il Natale si passa in famiglia diceva mio figlio qualche settimana fa. Ed è questo comune sentire che rende questi giorni se non critici, almeno sfidanti, per tutti quelli che non hanno famiglie regolamentari. E non parlo di chi è famiglia ma non viene riconosciuta, ma di tutta una serie di situazioni riconosciute di famiglie tronche: quelle dei separati, dei figli dei separati, dei vedovi, di chi ha perso i genitori, di chi ha perso i figli o di chi non l’ha mai avuti, di chi ha qualcuno che non sta bene. Di chi in qualche modo, proprio a Natale, viene messo davanti all’imperfezione della propria situazione rispetto allo standard di riferimento ed indotto a provare tristezza supplementare per ciò che ha perso, non ha mai avuto o è in stand by.

Per i separati, poi, la sfida è doppia, perché non ti è capitato. Hai scelto l’imperfezione. E sei tacciato, più o meno esplicitamente, di essere causa, per il tuo egoismo, della sofferenza dei figli. Soprattutto a Natale quando la famiglia chiama.

La verità è che l’imperfezione non si sceglie, fa parte della nostra umanità e tocca pure a chi ha la famiglia con tutti i componenti in carica. Così come la felicità arriva anche a chi manca qualche titolare. E finché c’è vita, bisogna aspirarci e afferrarla a dispetto di situazioni che vorrebbero il contrario. Fregandosene del giudizio degli altri. E, soprattutto, in barba al marketing dei pandori. 

Ne siamo usciti col sorriso pure quest’anno  e nonostante grasso in eccesso che serviranno mesi a sciogliere. What else?

Buon anno a tutti gli imperfetti, consapevoli e non.

Il disegno è del mio stupendo amico Roberto che come al solito vede più in là di quanto dico. A lui un buon anno speciale!

Di sotto come vede Roberto Affy che sono sicura apprezzerà il pensiero. 

  

23 pensieri riguardo “Sopravvissuti pure quest’anno

      1. E’ un dono che mi commuove, un regalo di buon auspicio per il nuovo anno.
        Quel binario lo interpreto non più “alla fine” ma, pazientemente ricostruito, (come solo una magica matita poteva fare!) è pronto adesso per un nuovo cammino, un nuovo viaggio in compagnia di pendolari che hanno ancora tanto da raccontarsi e da condividere insieme.
        Ringrazio Roberto che in questa domenica un pò uggiosa ha saputo strapparmi un bel sorriso donandomi quella carica per crederci ancora.
        Grazie infinite Artista dalla mano e dal cuore d’oro! 🙂
        Grazie Marussia per questa sorpresa bellissima! 😀
        Vi abbraccio forte ♥
        Affy

        Liked by 1 persona

  1. Carissima Maru,
    esistono famiglie perfette? Da Mulino Bianco? Mah, forse qualcuno che se la racconta.
    Un Anno Nuovo insieme alle nostre imperfezioni che ci fanno comunque crescere. Tanta serenità Maru, questo conta. 🙂
    Un abbraccio grande
    Primula

    Liked by 1 persona

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...