Fare a pezzi l’elefante

springSono troppe le cose che non vanno per il verso giusto. Seppure, fortunatamente, nessuna grave. Motivo per il quale mi sento pure in colpa a lamentarmi perché non c’è nulla di irrisolvibile. Perché non c’è nessuna questione di vita o di morte. E quando ci sarà, perché a tutti capitano momenti in cui si subisce senza possibilità di scelta, ripenserò a quanto sono stata idiota a non vivere serenamente quando potevo farlo. Quando poter stare meglio era solo nelle mie mani e non certo nel  destino infausto.

Il problema è che quando ci si immerge negli impegni del quotidiano senza alzare la testa, si perde la visione complessiva. Si perde il dove si vuole arrivare. E in certi momenti si arriva così stanchi, che si finisce sotto attacco dell’avversario senza capirci più nulla, come un pugile suonato. E si perde la strada, la coerenza, l’anima.

E allora bisogna prendere fiato, recuperare lucidità e poi agire. Affrontare una cosa per volta. Come mi dice sempre una persona che mi vuole bene, bisogna fare a pezzi l’elefante. Il problema è che io, al pachiderma senza colpe, continuo a preferire l’umano. In verità, più di uno.

Mi da più soddisfazione.

Ci siamo: stasera metto su la strategia per la primavera di Maru.

Elefanti non temete.

Buona giornata!

So che questo post non piacerà ad un’altra amica che da tempo mi dice che la guerriera ha fatto il suo tempo e merita che io diventi più morbida: giuro solennemente che dopo questa, mando in pensione l’armatura😃

Grazie Roby del disegno che rende giustizia al mio eterno combattere tra fiori e bombe!

7 pensieri riguardo “Fare a pezzi l’elefante

  1. A me piaci molto invece da guerriera, perché so che hai un animo gentile e sensibile, ma a volte bisogna affilare le armi per non soccombere. Cara amica, spero che questo periodo passi il più velocemente possibile, fortunatamente come dici anche tu non c’è nulla di eterno né di irreparabile, sono più o meno grandi, immagino, seccature. Un bacio grande, buona giornata!

    Piace a 1 persona

  2. Mi permetto di pensare -con la solita presunzione- che non sia per forza necessario rinunciare a qualcosa. Si può combattere – e magari essere anche più efficaci – con armi diverse, sofisticate dall’esperienza … Buona giornata amica mia guerriera indomita ma permeabile 🙂

    Piace a 1 persona

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...