Occhi che non vedono

Mi cammina avanti una signora anziana. Ha i capelli bianchi spettinati e ancora schiacciati dalla posa della testa sul cuscino. Un cappotto marrone di tre taglie più grande, una sciarpa da uomo al collo e stivali vecchi ai piedi. La guardo da dietro e penso a come sarà il suo Natale. Se lo passerà sola o ci sarà con lei qualcuno a farle compagnia. Mentre penso, lei si china e offre a un barbone seduto per terra un panino, che la carta del fornaio mi dice abbia appena comprato. Lui la ringrazia e lei se ne va, sorridendo, incontro ad uomo anziano, che non avevo visto, che la sta aspettando all’angolo della strada. A pensarci bene non era solo lui che non avevo visto.