Il buongiorno del 23 giugno

Questo buongiorno arriva sempre più tardi. Comincio a capire perché d’estate cambino molti orari.
Non c’è una sera che non si esce per qualche festa. Cene a chiusura della scuola, dell’attività sportiva e del corso di inglese. Con gli amici prima dell’inizio delle vacanze. Un anno di dieta, tra alti e bassi ma comunque di sacrificio, mandato in fumo da un numero infinito di allegre tavolate all’umido di un qualche giardino di ristorante, predisposto ad accogliere decine di ragazzini.
Ragazzini che dopo aver ingurgitato il menù pizza, corrono e urlano anche fino all’una e si spengono solo, a fine serata, alla chiusura della portiera della macchina, in cui li hai buttati a forza dopo l’ennesimo ‘dai altri 10 minuti, ti prego’, mantra incubo di tutti i genitori.
Non bastasse, una volta arrivati sotto casa li devi svegliare e trascinare di peso a letto, svestirli e mettergli il pigiama a corpo morto. Un’attività davvero ardua col calamaro che torna su e il vino che incide pesantemente sulla palpebra.
Fatto questo, se non ti sei accasciato sulla creatura, ti prepari pure tu per la notte e svieni.
Stamattina sembra che mi sia passato un treno sopra. Più che la prova costume dovrei fare quella del DNA per verificare se sono ancora io. E non è ancora finita. Il periodo delle cene di saluto è solo all’inizio….
Buongiorno assonnato!

Annunci

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...