Il buongiorno del 22 luglio

.

20140722-081613-29773273.jpg
Ieri mattina sono passata vicino ad una Chiesa e sono stata sorpresa dallo scatenarsi di campane suonate a festa.
È stato bellissimo. Mi è sembrato di tornare alle estati passate, ai tempi dell’Università, in Umbria, al paese di mia nonna. A quelle estati mie e sue. A quelle notti passate a letto a chiacchierare. A quegli abbracci spalmata sulla sua camicia da notte che sapeva di profumo antico. A quei capelli che mi facevano il solletico che non mi ricordo mai diversi dall’argento. Ai suoi racconti, insieme alle amiche di una vita, di scherzi e di amori accennati. Alle nostre risate. Ai suoi occhiali, sulla punta del naso, per seguirmi sui libri mentre ripetevo le varie materie degli esami che preparavo. Alle nostre discussioni. Allo spezzatino al sugo. All’io cucino e tu fai i piatti. Alla sua lettura del giornale, mai saltata un giorno. Ai miei lavori per rimettere a posto il bagno o la cantina e al suo orgoglio per il risultato. A quelle campane che scandivano, mezz’ora dopo mezz’ora, quelle nostre estati.

Quelle campane, ieri mattina, mi hanno ricordato quanto mi faceva stare bene scappare da te, nonna, a quel tempo. E non sai quanto mi piacerebbe poterlo fare ancora. E forse un po’ l’ho fatto proprio grazie a quei rintocchi. Ecco perché vorrei tanto una casa vicino ad un campanile.
Buongiorno.

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...