Almeno tu nell’Universo

La storia di Mia Martini, tornata in queste settimane alla ribalta, offre l’occasione di riflettere sugli effetti più estremi della cattiveria. Mia Martini era un talento straordinario che fu prima offuscato e poi distrutto dalla diceria che portasse sfortuna. Negli anni ‘90, non nel Medioevo. Fu una cosa che mi colpì talmente tanto ai tempi, che, tuttora, quando sento qualcuno che,anche scherzando, parlando di qualcun altro dice che porta sfiga, reagisco malamente. Perché quando si innesca quel meccanismo travolge tutto, anche chi cerca di soccorrere la vittima che rischia, per mano di questa gente infida e perniciosa, la stessa sorte. E non ti salva neanche cercare di ottenere la patente di pirandelliana memoria.

Ma non le si renderebbe giustizia ricordandola solo per questo. Fu, infatti, un’artista meravigliosa e potente che ha reso immortali testi in grado, per le parole e per la sua capacità di interpretarle, di toccare, nello stesso tempo, cuore e testa. Testi come quello disegnato da Roberto che stasera, più di altri, sento vicino e mi emoziona. La verità è che la bellezza non si accontenta di sopravvivere. Si adagia e schiaccia tutto. Figuriamoci la meschinità. Sempre. Impossibile sfuggirle.

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...