Felicità da scegliere tra pantalone e pasta

Posted by

Buongiorno! È passata più di una settimana dall’ultimo post. E niente, a me la dieta, oltre ai kg, toglie ispirazione. Ho già perso peso e mi sento nettamente meglio ma il mio obiettivo rimane quello di finire presto per poi poterne permettere una bella amatriciana, una porzione di melanzane alla parmigiana, un fritto, un gelato crema, cioccolato e panna o uno spritz accompagnato da pizzette, patatine e snack di ogni tipo. Ecco l’ho detto e ora mi sento meglio. Perché alla fine, fatti salvi i motivi di salute che ci preferiscono appartenere ai magri che mangiano senza sale, non esagerando con i dolci, sempre attenti al colesterolo la realtà è che, a parte pochi fortunati, si deve sempre scegliere se essere felici perché riusciamo a rientrare in un paio di pantaloni o essere felici davanti ad un bel piatto di pasta. In questi giorni sto provando a bilanciare la felicità introducendo il movimento e mi sono iscritta ad un corso intensivo di fitwalking. Amo camminare e ho pensato che acquisire un metodo per rendere più efficace il mio allenamento possa essere un elemento importante per guadagnarmi, una volta arrivata al peso forma (variabile a piacere), qualche caloria in più ben cucinata. Al momento mi sto molto divertendo nel mettermi alla prova su qualcosa di nuovo e anche più difficile di quello che pensavo ma mi sto anche impegnando molto perché la prospettiva di utilizzarlo come passaporto verso fantastici menu, rappresenta una straordinaria motivazione. Perché il cibo, non c’è nulla da fare, è davvero un grande e irrinunciabile piacere, capace di confortare in solitudine e amplificare la gioia di stare insieme. Tornando alla remise en forme tutto procede bene: peso in discesa, cura efficace della pelle per evitarne il disfacimento, tono muscolare in fase di resurrezione. Certo è che mantenere la concentrazione sul proprio benessere, attività rara e minimamente ricorrente, è davvero molto impegnativo. Al punto che avendo anche altro importante nella testa, non riesco più a cogliere i segnali dal mondo, i temi che alimentano questa pagina e me ne dispiace. Speriamo solo che il ristretto regime alimentare (che capisci solo dopo due settimane come le mie ultime due perché lo chiamino regime) non inaridisca i miei pensieri che a quel punto la magrezza non riuscirebbe mai a compensare. Buona giornata!

Roberto sottovaluta gli effetti della mia dieta ma dovrà ricredersi.

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...