Il disagio che dilaga

Posted by

Ho deciso che porto Rocky da un educatore. Iniziamo prossima settimana. Sta cosa che durante la passeggiata dobbiamo confrontarci ringhiando con ogni cane (e relativo padrone!), nonché tentare di acciuffare qualsiasi scooter o motorino che ci passi vicino, sta diventando impegnativo nonostante la stazza misurata. Se riguardo all’educazione di base ce la stiamo vedendo da soli, peraltro con grande soddisfazione, per questa roba qua, non c’è nulla da fare, ci vuole uno specialista. Ve lo racconto perché si presta ad un parallelismo con gli umani. Se i disturbi fisici, infatti, vengono affrontati subito o quasi, i disturbi comportamentali vengono molto spesso sottovalutati e non presi in considerazione. Si aspetta che in qualche modo passino o si attribuiscono al carattere e, quindi, si etichettano come impossibili da modificare. Il disagio psicologico è ancora un tabù. E la disgrazia è il tabù non il disagio. Perché così non se ne arresta la circolazione. Dilaga. E per non affrontare, o affrontare in modo superficiale ciò che fa vivere male, si finisce per abbassare la qualità della vita propria e altrui. Che lo vedevo pure prima di affrontare i miei buchi neri ma ora mi è totalmente chiaro. Soprattutto quando incontro chi non lo fa. Che non è giudizio ma mera osservazione. Che in alcuni casi mi dispiace e in altri, specie quando corredato dalla supponenza di chi si sente al di sopra di tutto, mi infastidisce e non poco. E che mi induce guardando ‘ste persone a pensare in romano: ‘ma perché non le spendi du’ lire?’ perché ‘non ce fai un favore?’
Tornando ai cani, come i padroni dei cani che li portano senza guinzaglio perché ‘loro li conoscono’ e che se ti saltano addosso non capiscono il tuo disappunto perché è chiaro che loro ‘vogliono giocare’ e che se si azzuffano è sempre colpa degli altri cani che sono aggressivi. Il problema sta sempre dall’altra parte. Come diceva qualcuno: dallo psicologo spesso ci vanno quelli sbagliati.

È un po’ che non scrivevo, non c’è stato un motivo particolare o forse molti, e Roberto, qualche giorno fa, me lo ha fatto notare. Senza parole. Che a volte, anche questa è verità, non servono. Buongiorno! ☀️

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...