Non ti sento

Posted by

Ieri sera, mentre attraversavo sulle strisce, quello che in macchina si ferma per farmi passare mi grida: ‘anvedi questa: al telefono e con il cane al guinzaglio; poi dici che non li devi mette’ sotto’. Mi sono fermata, ho pensato di tornare indietro per chiarirgli che anche fossi passata in costume da bagno e facendo la ruota, non sarebbe cambiato nulla. Che anche in quel caso avrebbe dovuto interrompere la sua sfrenata corsa verso il futuro per 30 secondi e farmi passare. Per obbligo non per concessione. Non l’ho fatto, non sono tornata indietro. Un tempo gli avrei chiesto quanto meno che problemi avesse. Ieri no. In questi giorni la mia testa e soprattutto il mio cuore sono impegnati a riflettere su come la vita possa davvero cambiare in un istante e che il tempo non si spreca. Perché poi c’è un prima e un dopo da gestire. Che vale per le cose belle e per quelle orrende. Che vale per un ‘ti amo’ che sospende il tuffo del sole nel mare al tramonto di una serata rubata ma vale anche per la morte che prova a fermare la corsa di chi sta per prendere il volo o libera per sempre dal dolore qualcuno che non ci sta.
Ecco di fronte a tutto questo, il tipo che sproloquia in macchina, ma anche in ufficio, sui mezzi o in ogni dove scompare, ‘svampa’ come direbbe Ale. Una voce lontana affogata dalla musica… non ti sento… non ti sento… non ti sento.
Buona domenica ❤️

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...