La barra e il seghetto

Posted by

Dopo l’avventura di lunedì pensavo di essere a posto, per questa settimana, quanto a inconvenienti. E invece, come dicono quelli bravi, la vita non smette mai di stupirti…
‘Buongiorno! Ti vieni a prendere un caffè?’ Rispondo al cellulare nel sonno e ci metto qualche secondo a capire che non mi sono svegliata e sono terribilmente in ritardo. Spiego a chi mi ha chiamato che sono ancora a letto, lo ringrazio e lo nomino mio eroe del giorno. Poi scatto fuori dal piumone, apro l’armadio e mi accorgo che si è rotta la barra appendiabiti e i vestiti sono tutti ‘svenuti’ sul fondo. Li raccolgo, li butto sul letto. Mi faccio la doccia e poi cerco nel marasma di stampelle, stoffa, maniche e pantaloni qualcosa da mettermi. Lo trovo, me lo infilo e mi proietto fuori di casa. Mentre cerco di ricordare dove ho parcheggiato, mi rendo conto di non aver steso la lavatrice che avevo mandato la sera prima e, soprattutto, di aver lasciato un casino tale che se fossero entrati dei ladri avrebbero pensato che c’era già passato qualche altro loro collega. Arrivo in ufficio di rincorsa e sto tutto il giorno a cercare di recuperare il tempo e la serenità. Ci riesco a malapena ma l’umore resta alto e mi riprometto di andare, dopo il lavoro, a comprare una barra nuova ma di metallo così che non si pieghi (sono una tipa sveglia, eh?!…). Vado da Leroy Merlin e la trovo ma 3 cm più lunga. Chiedo al commesso che mi dice che posso accorciarla con un apposito seghetto. Compro pure quello e torno a casa. Nel frattempo faccio telefonate, passo a riprendere Rocky e poi una volta arrivata, preparata la cena e messami comoda, affronto il task. Domanda: ma voi avete mai provato a segare una barra di alluminio con un seghetto? Praticamente impossibile. Nonostante l’impegno sono riuscita a fare un paio di graffi e nemmeno dritti. Ho quindi mandato un messaggio nella chat delle amiche chiedendo suggerimenti e ho ricevuto in risposta un paio di emoticon atterriti e una che mi scrive testuale: il mio suggerimento è trovare qualcuno che lo faccia per te. Bisogna riconoscere il genio quando lo si incontra e quindi dico basta, con soddisfazione, a questa faticosissima sindrome della donna completa.
Ho trovato un aiuto per oggi e va bene così. E sono pure in smart working. Si prepara una meravigliosa giornata… What else?!
Buona giornata a voi e se avete bisogno di segare una barra sapete chi non chiamare. Il genio resta Roberto!

Aggiornamento dell’ultima ora: sono scesa dal ferramenta. La signora mi ha dato una nuova lama, del nastro di carta e due indicazioni e sono riuscita in 15 minuti in pausa pranzo a farcela da sola… felicità allo stato puro! ‘Se non vuoi invecchiare prova ad imparare ogni giorno qualcosa!’ 🥳🤩🤗

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...