Il buongiorno del 28 gennaio

Stanotte mi sono svegliata perché avevo lasciato la TV accesa. Di solito, quando succede, la spengo e riprendo il sonno. Invece stavano trasmettendo l’omaggio ad Abbado a teatro vuoto con la piazza davanti alla Scala gremita da più di 8.000 persone e sono rimasta ipnotizzata. Dalla musica, dalla bellezza del teatro e dal calore di tutta quella gente che bucava lo schermo. Comincio a pensare che morire, lasciando tutto questo, sia il premio più bello per una vita spesa bene. E che è davvero l’unico momento in cui la meritocrazia trionfa senza umani filtri. Sul sito del Teatro alla Scala si legge, e ritengo, per quello che ho visto, senza retorica, Abbado per sempre. Buongiorno ai per sempre veri che riscaldano il cuore.

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...