Il buongiorno del 16 marzo

Uscire di casa alle 10 del mattino e tornarci a mezzanotte dopo aver ascoltato e risposto, per tutto il tempo, in inglese fa parte di quelle esperienze che ogni volta mi dicono che mi dovrei impegnare di più nello studio ma anche e soprattutto che la comunicazione dipende essenzialmente dalla voglia di scambiarsi qualcosa. Con alcuni è facile, con altri più difficile, con altri ancora impossibile. Il risultato arriva solo se esiste un desiderio comune. Come è successo ieri in cui tutti, piccoli e grandi, ci hanno messo del loro per trovare il modo di divertirsi insieme. Parlare la stessa lingua per capirsi non è sufficiente. Bisogna avere qualcosa da dirsi e volerlo fare. Ed il concetto vale figurato e non.
Un’illuminazione che per quanto riuscirò a mantenere all’attenzione (le illuminazioni, si sa, sfumano con il tempo…), mi risparmierà senz’altro sforzi inutili.
Good morning!

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...