Il buongiorno del 19 giugno

20140619-075954-28794231.jpg
Quando si passano giorni a stare male per qualcosa che è successo, ma soprattutto per l’effetto domino che ha prodotto nella nostra complessa esistenza, il desiderio costante è quello di alzarsi una mattina e accorgersi che sia tutto finito. Tutti ti dicono che succederà, che devi avere pazienza. Che ricorderai anche l’istante in cui la tua vita tornerà ad essere più leggera da vivere. Ma tu non ci credi. Anche se non è la prima volta, le altre, da cui sei certamente uscito, non te le ricordi.
Poi un giorno, accade davvero qualcosa. Tocchi il fondo con i piedi ma anche con le mani. E decidi, senza saperlo, di fare qualcosa che ti porterà fuori da quel tunnel. Tutti quei pensieri frullati per giorni producono una reazione inaspettata. Ti trovi a risalire, correndo alla velocità delle stelle, il percorso del domino. A rimettere tutte le tessere in piedi fino a raggiungere il punto da cui tutto è partito. Solo allora ti fermi. Sudata. Col fiatone e il cuore in gola ma lo stomaco leggero. Quel peso, che portavi da giorni, non c’è più. Ti si allarga, involontariamente, un sorriso che senti riscaldarti il viso. Ti guardi intorno. Nulla è uguale a prima della partenza ma ti piace. Forse sei tornata. Forse. Quando i viaggi sono intensi e faticosi, ci vuole un po’ di tempo per riappropriarsi dell’ordinario. Ma non importa. Non ti sembra vero di essere tornata a casa.
Ieri guardavo dalla finestra il cielo cupo lucidato dalla pioggia che scendeva a secchiate. Mi sono persa in quei mille grigi solcati da strisce dorate e da incomprensibili macchie di lilla, attraversati ogni tanto da un lampo. Uno spettacolo spettrale ma intenso e affascinante. Bellissimo da guardare stando al coperto. Al sicuro. Uno spettacolo che non puoi goderti quando sei per strada e ti bagni. Sono al sicuro ma non è detto che non ricominci a piovere proprio appena uscirò di casa. Non ha importanza. Le previsioni dicono che ci siamo. Che tra un giorno o due inizierà finalmente l’estate.
Buongiorno!

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...