Il buongiorno del 25 luglio

Oggi torna il figlio dal soggiorno estivo. Ha partecipato per 15 giorni, in Abruzzo, ad un Milan Junior Camp. Lui che tifa Inter. Voleva fare calcio e l’alternativa, tra le opportunità del catalogo che gli ho sottoposto, era tra Juventus e Milan. Non ha avuto dubbi e ha preferito il Milan. Una scelta a mio avviso difficile da comprendere ma che trova concordi tutti i maschi, non juventini, a cui l’ho raccontata.
È partito da solo quest’anno senza conoscere preventivamente nessuno. Era molto titubante ma ho creduto potesse essere davvero importante per lui superare anche questa prova. E anche il padre si è dimostrato d’accordo. E così invece che assecondare le sue preoccupazioni l’abbiamo incoraggiato ad affrontarla. Come utile a prepararsi ad un futuro di viaggi e avventure in cui non sarebbe sempre stato possibile partire in compagnia. Certi, ovviamente, che ce la potesse fare. Durante il viaggio di andata mi ha mandato diversi laconici messaggi in cui mi diceva che non avrebbe mai trovato amici, che lui era solo e che dovevo promettergli che sarei andata a prenderlo se me lo avesse chiesto. Nonostante la tenerezza infinita per questo piccoletto alle prese con gli ostacoli del crescere, non mi sono preoccupata neanche un po’. L’ho tranquillizzato ma gli ho anche detto che non ce ne sarebbe stato bisogno. Perché mi fido davvero del figlio e delle sue possibilità. E a conferma delle mie sensazioni a due ore dall’arrivo mi ha chiamato allegro ed ho capito che si era già buttato nella mischia. E dal giorno dopo i momenti di contatto, con me e con il padre, si sono sempre più ridotti. Segno che tutto stava procedendo nel migliore dei modi.
Ieri sera verso le 22:30 mi ha chiamato per dirmi che si era esibito in una sorta di Italia’s Got Talent, organizzata a chiusura della vacanza dall’animazione, come giocoliere ed aveva avuto successo. Non so poi come sia finita perché non ho avuto più notizie ma mi sono addormentata più che con un sorriso, con una risata frizzata sulla faccia. Fiducia ben riposta, sfida brillantemente superata! Anche se, a dirla tutta, questi sono i momenti in cui il dubbio dello scambio di culla alla nascita è forte.
Buongiorno al figlio, ai suoi amici, vecchi e nuovi e a noi genitori che mica è facile. Che mica te lo danno un manuale…

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...