La leggerezza non si programma, si fa.

Mi è capitato recentemente di scrivere questa frase in risposta ad una dichiarazione di intenti. A pensarci bene, invece, la leggerezza non si programma nè si fa, si è. È un’attitudine. Un modo di affrontare la vita. È qualcosa che vola sopra al quotidiano. È la capacità di vedere sempre una via d’uscita. È fantasia. È saper leggere le situazioni per come sono e ‘derubricarle’, come mi ha detto una cara amica ieri sera, e mi è piaciuto tanto. È aprirsi in un sorriso rispetto al miserrimo comportarsi degli umani. Soprattutto gli ignari della universale caducità. È comprensione. È eroica ricerca di pace. A volte anche combattendo con decisione chi si prende troppo sul serio. È saper cogliere la magia che aleggia nell’aria. 

Tornando dal pranzo qualche giorno fa sono entrata in ascensore e c’era già dentro un collega. Di quelli che hai visto centinaia di volte ma di cui non sai il nome e con cui ti dai rigorosamente del ‘lei’. Mi dice guardandomi negli occhi: ‘Brutta giornata, eh?!’  Mi guardo nello specchio e incontro una faccia davvero stanca e accigliata che sorprende anche me. Poi lo guardo interrogativa rispetto ad una inusuale invasione di quello che considero uno spazio intimo. Lui non spegne il suo sorriso di conforto ed io non riesco a trattenere un ‘Eh sì, non posso negarlo!’. Allora, tira fuori dalla tasca un bacio di cioccolata e mi dice ‘Magari con questo va meglio’.  Si aprono le porte del mio piano, lo ringrazio, lo saluto. Mi incammino verso la mia stanza ancora incredula con il cioccolatino in mano pensando che vada conservato ad imperitura memoria del più rapido cambio di corso di una giornata al mondo. Due piani di ascensore, uno specchio, un sorriso e del cioccolato. 

Buona giornata! Sono sicura che oggi salirete in ascensore con altre aspettative. 

ps Prima di chiudere: il cioccolatino, come consigliato dal collega, me lo sono ovviamente mangiato! 

Annunci

15 pensieri riguardo “La leggerezza non si programma, si fa.

  1. E allora affrontiamola ‘sta vita con un tocco di leggerezza, decantiamo gli affanni e lasciamo che volino intorno a noi farfalle e aquiloni! 😀
    Ed oggi niente scale … rigorosamente ascensore a gogò per me, così per dire!
    Un abbraccio cara Maru ♥

    Mi piace

  2. Si dice che un bravo comico sarebbe incapace di suscitare un sorriso se non fosse un lucido conoscitore della realtà. Essere superficiali ė diverso dall’ essere leggeri, ironici e positivi. Meglio una sana risata che alleggerisce le paure che il restare avvilluppati alle proprie ansie.
    Un sorriso
    Daniela

    Liked by 1 persona

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...