Il buongiorno del 18 agosto

IMG_4929.JPG
Appuntamento alle 7. Quattro macchine. Quattro mamme. Sette ragazzi più uno da prendere lungo la strada. Destinazione la Puglia. Ognuna con la sua piccola preoccupazione da gestire. La mia, oltre ad un viaggio che così lungo alla guida non facevo da 20 anni, il conoscere solo una delle altre e stare da sola in macchina almeno fino a metà strada. Il figlio da recuperare è il mio. Arrivo e trovo una festa di sorrisi. Mani piccole e grandi da stringere e un vassoio di cornetti giganti caldi, se tante volte, per strada ci venisse fame. La preoccupazione per i chilometri da fare è condivisa ma nessuna si lascia andare. Ci diciamo che sarà una bella avventura e dopo questa accoglienza parto subito più leggera. Dopo un secondo dalla messa in moto mi arriva uno squillo sul cellulare. Su whatsApp c’è il nuovo gruppo ‘Vieste’ gestito dai figli. Chiedo gentilmente, finché Marco non sarà con me, di chiamarmi. Leggere messaggi in autostrada sarebbe comunque complicato ma con gli occhiali da lontano, impossibile. Giunge rapido un ‘Ok’. E anche il sistema di comunicazione è messo a punto. Mi è capitato spesso di viaggiare con altri amici in più macchine ma mai tutte guidate da donne. In generale io non ero mai alla guida. E in generale la prevalenza è stata sempre di guidatori maschi. Ed è sempre finita, dopo un breve tratto iniziale insieme, con il darci appuntamento da una parte piuttosto che da un’altra. Insofferenti tutti dal sottostare ad un andatura comune, si è sempre evitata la colonna con la sempiterna scusa della sicurezza.
Il nostro viaggio è stato fantastico. La strada libera e senza traffico. Abbiamo concordato un’andatura intorno ai 120 km/ora. Abbiamo stabilito chi era in testa e in coda per evitare di perderci e ci siamo tenute sempre d’occhio. Ci siamo fermate tutte le volte che è stato necessario e ci siamo godute tutte le soste senza alcuna fretta. Ed è così che la nostra vacanza è iniziata con il viaggio. E nessuna lo avrebbe detto.
Ieri sera, prima di iniziare la cena, abbiamo voluto brindare a quattro con una bottiglia di ottimo Pecorino. E non perché ce l’abbiamo fatta e in un tempo ragionevole, che era l’obiettivo della partenza, ma perché ci è piaciuto. Ci siamo divertite, lo abbiamo interpretato a modo nostro e ce lo siamo goduto. Tutte insieme. Tutti insieme. Un brindisi ad un ottimo inizio.
Buongiorno!

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...