Il buongiorno del 23 marzo

Oggi sarà un’altra giornata da famiglia americana. Quelle in cui, data l’importanza dell’evento, padre e madre (io!) del figlio coesisteranno. C’è infatti la finale di una competizione a cui non si può non partecipare entrambi. E visto che non ho ancora un mezzo con cui muovermi autonomamente fuori del GRA, la coesistenza riguarderà anche il viaggio in macchina. Ed il viaggio si presenta sempre, forse a causa dello spazio ristretto, come un momento ad altissima tensione. Non è casuale che l’ultima volta presi il treno almeno per l’andata. Stavolta però si è aggregata un’altra coppia mamma/figlia e sono sicura che andrà alla grande. La chiamano gestione della dinamica. Che poi vuole anche dire che ci vuole tempo e impegno per diventare sportivi e che, per evitare frustranti insuccessi, bisogna tenerne conto. Soprattutto visto che le separazioni durano spesso più dei matrimoni.
Buongiorno ai figli che ti stimolano sempre a trovare la strada giusta!

Un pensiero riguardo “Il buongiorno del 23 marzo

  1. è banale sottolineare che la “coesistenza” la si può trovare, anzi la si trova anche dentro il matrimonio?
    non so quale sia peggio in termini di frustrazioni, insuccessi, abnegazioni e negazioni. però so che è vero che certi figli aiutano…

    Mi piace

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...