17 maggio – terzo giorno di esperimento

20140518-090022.jpg

Il terzo giorno il telefono è rimasto a lungo acceso per avere notizie delle gare del figlio ma con la segreteria sempre attaccata. Messaggi e notifiche sono continuati ad arrivare ma non ho letto nulla. La disintossicazione sta facendo il suo effetto. Comincio ad avvertire la sensazione che il mio rapporto con il cellulare è cambiato, per sempre. Rigoroso o meno l’esperimento mi ha fatto capire molte cose. Tra tutte che poter comunicare a distanza mi rende sicuramente più libera. Che poter accedere alla banca o pagare le bollette, ovunque sia, è comodissimo e mi fa risparmiare tempo. Che poter avere una risposta quando la cerco e non dover aspettare di tornare a casa mi può cambiare una giornata. Che posso ritrovare qualcuno che ho perso cercando su Facebook. E che tutto ciò è irrinunciabile. Ma ho anche capito che tutto questo tempo risparmiato e questa libertà conquistata non può essere reinvestita completamente sullo stesso mezzo. Perché ci sono migliaia di cose più utili e interessanti da fare. E soprattutto che quando sono in vacanza è più divertente chiedere un’indicazione che affidarmi a google map. Fermare qualcuno per una foto che farmi un selfie (a meno che il selfie non sia di gruppo e diventi un gioco). Lasciare il cellulare nella borsa quando mi fermo in qualche locale, guardare il meraviglioso mondo che mi circonda e magari farci anche due chiacchiere. Perché riscalda e riconcilia.
Bilancio del terzo giorno.
Crisi di astinenza
: medio-bassa. Non c’è cosa più bella che tornare ad avere il controllo (ovviamente quando non si tratti di sentimenti).
Sgarro: più di uno ma non ricordo e a questo punto non ha importanza. Si va verso una progressiva guarigione. Unica attenzione sarà quella di non sottovalutare le possibili ricadute.
Praga: oggi isola di Kampa e poi con la funicolare sulla collina di Petrin dove ci siamo fermate a mangiare pollo arrosto – riparate da pioggia e freddo sotto un gazebo con addosso dei colorati pail a disposizione – di fronte ad una vista da togliere il fiato. Pomeriggio shopping sotto una pioggia battente. E per finire cena in un locale cubano consigliato da un caro amico praghese. Piacevole serata, anche danzante, con divertenti manager finlandesi che ci hanno sorpreso con un insospettabile mood latino. E domani si torna a casa per i bilanci finali.

Annunci

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...